Personale di Neven Zoricic

dal 11 al 23 dicembre
Galleria Carte Scoperte, via Maroncelli, 14 Milano

Nell’ex galleria Grazia Neri, ora Carte Scoperte, Gianni Zardin, ospita nel nuovissimo spazio di Via Maroncelli,14, una raffinata mostra di un artista dotato di tecnica sopraffina e di un senso estetico raramente rintracciabile. Con la sua sapienza nell’uso del colore, nel gioco delle luci e con un tratto inconfondibile, Neven ZORICIC ci regala il piacere di un’emozione che fa vibrare fin nell’intimo. Un’Hopper scaraventato nel ‘500 o un Guido Reni oggi: Neven Zoricic, ritratti e carte.

”Dear Neven, I very much enjoyed seeing your other work. You obviously have a great artistic talent. I am happy to give my permission for your portrait of me to be sent to the National Portrait Gallery for the Annual Portrait Exhibition.
Best Regards,
Ian Anderson (Jethro Tull)"

Ospitare Neven, per la prima mostra ufficiale della nuova galleria Carte Scoperte, è una scommessa che, secondo noi, abbiamo già vinto. L’artista Croato ci seduce subito per la maestria nell’uso del colore, per quelle sue luci uniche e per una tecnica sopraffina: ma la cosa che rimane nell’anima e negli occhi è il ricordo di un grande artista, raffinato e sensibile e con un senso estetico come pochi altri. I suoi ritratti sono senza tempo, sembrano usciti da una bottega rinascimentale e, allo stesso tempo, sono contemporanei, quando dare modernità a un ritratto non è mai facile. Le sue nature morte, malinconiche ma mai tristi, ci avvolgono d’un senso di dolcezza. Le sue carte sono fresche, quasi croccanti ma mai scricchiolanti. Neven è un’artista totale: oltre a dipingere, è ottimo architetto e geniale designer. Forse questo potrebbe essere un limite. Eccellere in ogni.

gianni zardin

Fonte: 
comunità croata di milano